Presentazione

Il Dottorato Internazionale in Forme e storia dei saperi filosofici nell'Europa moderna e contemporanea (coordinato dalla prof.ssa Giulia Belgioioso dal XIX al XXVIII ciclo) si costituisce su preciso impegno dell'Università di Lecce (oggi Università del Salento) che, nella seduta del C.d.A. del 4 dicembre 1997 (delib. n. 39), approvando definitivamente l'istituzione del Centro Interdipartimentale di Studi su Descartes e il Seicento (CDS) e il relativo piano finanziario, specificava: «Il Centro, inoltre, avvierà da subito, all'interno del piano di collaborazione fra le due Università [Università di Lecce e Università di Paris-IV/Sorbonne], le procedure per la costituzione di un Dottorato Europeo su "Descartes e la filosofia del XVII secolo"».

Nel 2000, il CDS, il Centro di Studi "Colli-Montinari" (oggi Centro Interuniversitario "Colli-Montinari" di studi su Nietzsche e la cultura europea) e il Centre d'Etudes Cartésiennes (CEC), propongono al MURST l'istituzione di un Dottorato Internazionale dal titolo Forme e storia dei saperi filosofici nell'Europa moderna e contemporanea.

In data 6 febbraio 2001 il MIUR approva il progetto (Protocollo Generale n. 3488) stanziando un contributo di L. 100.000.000 per l'attivazione del Dottorato Internazionale, con l'impegno - richiesto al Rettore pro-tempore dell'Università di Lecce, Prof. Angelo Rizzo - di cofinanziare il progetto («si ritiene opportuno il cofinanziamento da parte di codesto Ateneo»).

Il 31 luglio 2001, il CdA delibera l'istituzione del Dottorato, attribuendo 4 posti, di cui 2 con borsa.

Il MIUR, approvando con il Decreto Direttoriale del 10 giugno, 2003 prot. n. 1089/Ric./2003, la graduatoria generale dei Dottorati di ricerca e delle relative borse assegnate da parte della Commissione Tecnica di Valutazione, ha valutato il Dottorato Internazionale in Forme e storia dei saperi filosofici nell'Europa moderna e contemporanea, ammettendolo a cofinanziamento, tra i primi 5 Dottorati dell'Università.

Analoga valutazione positiva ha espresso il Nucleo di Valutazione dell'Università del Salento, ad ogni rilevamento annuale effettuato.

Il Dottorato in Forme e storia dei saperi filosofici nell'Europa moderna e contemporanea è inoltre risultato tra i primi nella graduatoria europea per i PON (Progetti Orientamento Nazionale), ottenendo una borsa aggiuntiva per il XVIII ciclo.

In data 5 marzo 2007, sulla base di quanto stabilito dal nuovo "Regolamento per l'istituzione e l'organizzazione dei Corsi di Dottorato di Ricerca", approvato dal Senato Accademico con Delibera n. 45 del 05.03.2007, art. 10, il Dottorato Internazionale in Forme e storia dei saperi filosofici nell'Europa moderna e contemporanea ha accorpato il dottorato in Etica e antropologia, articolandosi nei seguenti tre indirizzi, ciascuno con un proprio Collegio di indirizzo e con piena autonomia per quanto riguarda l'organizzazione e la gestione dell'attività didattica (i primi due indirizzi conservano la loro specificità internazionale):

1) Forme e storia dei saperi filosofici nell'Europa moderna
2) Forme e storia dei saperi filosofici nell'Europa contemporanea
3) Etica e antropologia.

Il Dottorato internazionale in Forme e storia dei saperi filosofici nell'Europa moderna e contemporanea ha stipulato, dalla sua fondazione (XVII ciclo), più di 40 cotutele.

Nel Dottorato Internazionale in Forme e storia dei saperi filosofici nell'Europa moderna e contemporanea è confluito, nel 2013, l'indirizzo filosofico del Dottorato in "Filologia ed ermeneutica del testo", con all’attivo circa 15 cotutele (alcune ancora in corso) con le Università di Köln, Mainz, Freiburg Br., München LMU, San Martin (Argentina) e che era stato finanziato con programmi Interlink e Cooperlink.

Il Dottorato è stato contestualmente ampliato con una convenzione con l’Università di Colonia, approvata dal Magnifico Rettore dell’Università del Salento con D.R. n. 910 del 6 agosto 2013, e ha acquisito la titolatura: Dottorato internazionale in "FILOSOFIA. Forme e storia dei saperi filosofici". Il Coordinatore del Dottorato dal XXIX ciclo è il prof. Loris Sturlese (coordinatrice fino al XXVIII ciclo, prof.ssa Giulia Belgioioso).

Fanno parte del collegio del Dottorato internazionale in "FILOSOFIA. Forme e storia dei saperi filosofici", ai sensi della convenzione, diciotto docenti dell'Università del Salento, dell'Università di Paris-Sorbonne, dell'Universität zu Köln, in composizione paritetica. Il collegio è stato ampliato ad ulteriori competenze specifiche necessarie per la copertura delle attività didattiche.

Il Dottorato internazionale in "FILOSOFIA. Forme e storia dei saperi filosofici", supportato dall’ISUFI, dal punto di vista normativo soddisfa ai requisiti previsti dal DM 45/2013, art. 10 (Dottorato in convenzione con istituzioni estere) ed è attualmente l’unico Dottorato Internazionale dell’Università del Salento.